Filati

Nella tela del ragno

\r\n

Copyright: un ragno\r\n\r\n

\r\nInseguire la stessa leggerezza dei fili della tela del ragno\r\n

Copyright MoniqueB su Ravelry\r\n\r\n

\r\n

\r\n\r\n\r\nMa spinti dalla creatività e dalla perseveranza umana.\r\n\r\n \r\n
Copyright Majiaa su Ravelry\r\n\r\n

\r\n

\r\n

\r\n\r\nEcco cos’è lavorare con un filato cobweb: un atto di coraggio e di tenacia, oltre che di precisione durante il lavoro e dopo, quando tocca bloccarlo affinché il disegno che si è voluto creare prenda le giuste dimensioni e proporzioni.\r\n\r\nSoltanto così una matassa di sottilissimi capelli d’angelo diventa un sorprendente ghirigoro fatto di fili leggeri e lucenti.\r\n\r\nAbbiamo chiesto a Amanda e Phil di The Natural Dye Studio un filato che, in realtà, ha poco mercato: baby alpaca, cashmere e seta per 1200 metri (milleduecento metri) ogni 100gr, tinto a mano con coloranti naturali, che non a caso si chiama Angel.\r\n\r\nMa ancora più che per chi lo vende, Angel 1 ply Lace è una sfida per chi decide di metterlo sui ferri.\r\n\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

Felice knitting !

\r\n

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>