Filati

Della vitalità delle tinture naturali e della capacità tecnica di The Natural Dye Studio

 

Per chi come me passa molto tempo a fotografare filati i più difficili da fotografare sono quelli tinti utilizzando coloranti naturali  perché quasi mai una foto rende in pieno la loro bellezza e la loro vitalità.
Le tinture naturali aggrediscono meno il filato che sia di lana, seta o altro e ne esaltano le caratteristiche: le fibre animali rimangono più morbide, le fibre vegetali rimangono più lucide.Anche le matasse di un solo colore presentano leggere e vibranti sfumature che la macchina fotografica nasconde. E se poi sono filati che contengono seta l’ esposizione alla luce naturale fa sì che la stessa brillantezza del filato appiattisca i colori.Ma quando mi ritrovo tra le mani una matassa tinta da Amanda & Daisy di The Natural Dye Studio la mia frustrazione non riesce a trovare rimedio.Ho finito da poco di lavorare il Begonia Swirl utilizzando una matasse verde scuro di Precious 4 ply e mentre il filato mi passava tra le dita pensavo a come quelle sfumature, a come quelle variazioni di toni non fossero per niente visibili nelle foto che avevamo messo sul sito.
In parte, solo il lavoro finito riesce a rendere giustizia in foto alla vitalità del colore naturale  combinata alla bravura tecnica che hanno a The Natural Dye Studio.

Così questo post vi sia da avvertimento quando guarderete le foto dei nuovi filati e dei nuovi colori che abbiamo ricevuto da The Natural Dye Studio la settimana scorsa: sappiate che se le matasse vi sembrano belle in foto viste da vicino lo sono molto, molto di più !

Oltre ai nuovi colori di Precious 4 ply che si vedono nella foto all’inizio del post, abbiamo due nuovi filati di Amanda & Daisy: Scheherazade 4 ply e Godiva Silk.

Abbiamo scelto Scheherazade 4 ply (65% seta, 35% baby camel) perché la seta ed il baby camel filati insieme producono un filo morbidissimo ma corposo che dopo la tintura diventa uno dei filati più lussuriosi che possiate immaginare.

E poi c’è un assaggio di Godiva Silk  (70 % merino, 30% seta) perché volevamo un filato sottile e molto ritorto per i capi che hanno bisogno di una grande definizione dei punti (Il filato è talmente ritorto che in matassa sembra quasi arricciarsi).


(Per saperne di più su The Natural Dye Studio vi rimandiamo al post: Tutti i colori di Amanda)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>