Tecniche

Kitchener stitch !

\r\n\r\nKitchener_stitch_tutorial\r\n\r\nCucire utilizzando il Kitchener stitch (ovvero, a punto maglia) è lo spauracchio di molte knitter perché si ha timore di sbagliare e di ritrovarsi con una cucitura irregolare e piena di buchi.\r\n\r\nIl Kitchener stitch deve il suo nome al generale britannico Lord Horatio Herbert Kitchener (1850 – 1916) che si ritiene abbia inventato questo metodo per cucire la punta dei calzini, lavorati partendo dall’elastico e terminando con la punta.\r\nQuindi, uno dei motivi per imparare a cucire utilizzando il Kitchener stitich è che questa tecnica è fondamentale se volete cimentarvi nella lavorazione di calzini cuff-down.\r\n\r\nIl segreto per cucire correttamente a punto maglia è di tener conto di come il lavoro si presenta sui due pezzi da cucire insieme.\r\nAd esempio, quando ci si trova a dover cucire due pezzi lavorati a maglia rasata sul ferro anteriore (quello più vicino a voi) il lavoro si presenta a diritto, mentre il lavoro sul ferro posteriore il lavoro si presenta a rovescio.\r\nTenendo conto di ciò si lavorano due sequenze diverse: una per il ferro anteriore ed una per il ferro posteriore.\r\n\r\nIl dettaglio della lavorazione del Kitchener stitch lo trovate in questo pdf ed in questo video (che esplica alcune fasi della lavorazione).\r\nE’ vivamente consigliato “studiare” prima le istruzioni scritte e poi guardare il video.\r\n\r\nSia il pdf che il  video-tutorial contengono le istruzioni non solo per la maglia rasata, ma anche per la maglia legaccio e la maglia a coste.\r\n\r\n\r\n\r\nQuello che poi vi resta da fare è, prendere i ferri, ed esercitarsi, esercitarsi ed ….esercitarsi :)\r\n\r\nFelice punto maglia !\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>