Libri / Riviste

Come leggere un libro di lavoro a maglia

leggere blog 1
Amo i libri, tutti.
Ma per quanto riguarda il lavoro a maglia, se potessi, comprerei 2 o 3 libri di knitting alla settimana; l’editoria in lingua inglese lancia continuamente raccolte di pattern molto interessanti (chi mi segue su FB sa quanto spesso io tiri fuori dal cilindro consigli per gli acquisti di libri in inglese). A volte per i costi ed i tempi di spedizione accondiscendo ai libri in formato digitale ma il più delle volte mi piace godermi il fruscio delle pagine e l’odore della carta stampata.

Poi quando in casa mi spuntano fuori libri di maglia dai posti più impensati mi sento in colpa perchè non ho messo sui ferri quel cardigan Aran da quel libro o la gonna lavorata a più colori di quell’altro libro o non ho provato ancora lo steeking norvegese dal libro che mi sono fatta spedire scrivendo decine di email e rendendomi conto tardi che il venditore parlava in corone norvegesi ed io in euro.

In realtà un libro di lavori a maglia è come un romanzo, anche se non lavori nulla ti fa scoprire un sacco di cose, così come un romanzo di avventura, restando sul divano, ti fa viaggiare nel tempo e nello spazio.

C’è un bellissimo post scritto da Donna Druchunas sul suo sito Sheep to Shawl in cui spiega come leggere un libro di lavoro a maglia in modo da imparare anche senza mettere sui ferri uno solo dei progetti che contiene.

Ne trovate la traduzione qui di seguito.

Chi non conoscesse Donna Druchunas ha la possibilità di vederla all’opera in tre classi on-line dedicate ai calzini su Crafty. Ma prima di approdare all’e-Learning Donna ha scritto alcuni libri molto interessanti dedicati alle diverse tecniche di knitting utilizzate nelle diverse parti del mondo, dalla Groenlandia alle Ande, dall’Irlanda alla Lituania (da dove arrivava una delle sue nonne); alcuni li potete trovare in vendita qui.

Nella foto qui in  basso solo alcuni dei libri che lei ha scritto o a cui ha collaborato.

leggere blog 2

Come leggere un libro di lavoro a maglia
di
Donna Duchunas

Alla fine mi sono resa conto che non stavo lavorando 3 progetti da ogni libro di maglia che avevo acquistato [come mi ero proposta N.d.T] prima di comprarne un altro  ma che comunque stavo imparando molto da ogni libro.
Cosa si può imparare da un libro di lavoro a maglia se non si realizza nessuno dei progetti che vi sono contenuti ?

Si può

1. Leggere l’elenco dei materiali e degli strumenti di ogni progetto ed imparare ciò che non bisogna farsi mancare nella propria borsa da lavoro.

2. Osservare i disegni schematici di tutti i progetti [ad esempio davanti/dietro e maniche di un maglione N.d.T] ed imparare  cosa varia sia nello sviluppo delle taglie degli indumenti e degli accessori sia nelle forme e nella costruzione di vari tipi di progetti

3. Confrontare i grafici e le fotografie e farsi un’idea di come i simboli grafici non siano casuali, ma siano disegnati in modo da somigliare alle maglie lavorate e di come il grafico complessivo assomigli al motivo effettivo creato lavorando le maglie

4. Raccogliere informazioni sul filato, i ferri e la tensione di uno specifico progetto ed imparare  quali altri filati si possono lavorare per ottenere una tensione simile e, approssimativamente, quale calibro di ferri usare per ciascuna categoria di filato

5. Fare attenzione alla composizione del filato ed osservare le fotografie dei lavori finiti per imparare come filati diversi producano risultati diversi nei vari motivi e nei vari tipi di progetti.

6. Leggere l’introduzione di ogni progetto e cercare di capire quale tecnica è quella preferita dall’autore/autrice e  dove trovi l’ispirazione  e le idee.

7. Leggere i ringraziamenti per capire quanto la scrittura del libro e la progettazione dei modelli a maglia siano stati il risultato di un processo di collaborazione, e, farsi un’idea, se si vuole entrare nell’ambito imprenditoriale del lavoro a maglia, del genere di persone che bisogna avere nella propria squadra.

8. Leggere le istruzioni per rifinire ciascun progetto e guardare le note tecniche (di solito all’inizio o alla fine del libro) per imparare come rifinire i propri lavori a maglia.

9. Fare campioni dei punti impiegati nel libro o usare i punti per fare sciarpe o washcloth per migliorare la propria abilità ed aumentare la propria conoscenza del lavoro a maglia lavorando diversi tipi di punti come motivi con diritto e rovescio, lace, trecce o anche lacori con più colori.

10. Leggere l’elenco dei materiali usati alla fine del libro e fare un giro nei siti web dei vari produttori per informarsi sui loro prodotti e forse scoprire nuovi filati che vi piacerebbe lavorare in futuro.

11. Leggere ogni racconto vi sia nel libro per conoscere altre culture, storie,viaggi ed avventure o per il puro gusto di intrattenersi.

12.  Scorrere l’indice cercando ogni termine o tecnica che non ci sono familiari e documentarsi per capire in cosa consistano e provare facendo dei campioni.

13. Imparare cose nuove sul mondo della moda o sulle diverse tradizioni etniche nella moda, ed i differenti modi in cui vengono lavorati maglioni, calzini, guanti o qualsiasi altro tipo di progetto venga preso in considerazione nel libro.

14. Cercare di immaginare ciascun progetto in un colore diverso per esercitare la propria creatività..

15. Fare dei campioni di un motivo a maglia che vi piace particolarmente utilizzando filati della stessa categoria ma sono composti da fibre diverse o filate in modo diverso per vedere come si comportano. Senza dimenticare di lavare i campioni per vedere cosa succede ai diversi filati quando sono lavati e bloccati.

16. Lavorare alcuni campioni di un motivo a maglia che non avete mai lavorato prima e bloccarli in modi diversi – con il vapore, bagnandolo, lavandolo e mettendolo in forma con gli spilli – per confrontare i risultati.

17. Disegnare i propri schemi e provare a modificare lo stesso indumento per una taglia completamente diversa. Modificare un maglione per adulto in uno da bambino, un calzino da donna in uno da uomo o un cappello da bambino per adattarlo alle proprie misure.

18. Cambiare il filato e la tensione richiesta da un modello e provare a pensare quante maglie sarebbero necessarie per  fare lo stesso indumento nella stessa taglia ed impiegando gli stessi motivi a maglia con la nuova tensione.

19. Cercare di disegnare in simboli un motivo a maglia se è spiegato solo a parola. Lavorare il motivo prima seguendo le istruzioni scritte e poi il grafico e comparare i risultati.

20. Godersi semplicemente le foto e lasciarsi ispirare.

© Donna Druchunas, Tutti i diritti riservati

3 gomitoli su “Come leggere un libro di lavoro a maglia

  1. Ce ne ho messo di tempo per capire le istruzioni nei libri o giornali di lavori a maglia. Da un anno compro gli schemi su Ravelry e ho imparato a leggere parola per parola molto bene prima di mettermi all’opera, questo naturalmente dopo molti errori ma essendo una persona impaziente, non ero mai veloce assai. Ma ho imparato dai miei errori e quindi consiglio a tutti di leggere piano e cercare di memorizzare il tutto come un quadro e fare esattamente ciò che è scritto e non usare la logica. Non vedo l’ora di andarmene in vacanza in Val Gardena e cominciare a fare il mio Doodler di Stephen West.

  2. vorrei sapere come si possono avere schemi a maglia su pinterest maglia o raveryl spiegazioni in italiano si possono comprare in italiano?

  3. Su Ravelry alcuni pattern in vendita hanno già la versione in italiano, ma sono in percentuale ridottissima.
    Su richiesta noi facciamo servizio di traduzione di modelli dall’inglese all’italiano

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>